mercoledì 28 settembre 2016

Polpette di roveja al sugo


La roveja l' avevo già utilizzata in passato per il patè di Natale, ed il Riso energetico.
Legume piccolo simile al pisello con un colore che va dal verde scuro al marrone, se consumata secca è molto proteica con alto contenuto di carboidrati, fosforo e potassio. Contiene pochissimi grassi. Ingrediente perfetto nella dieta di chi pratica tanto sport.

Queste polpette le ho realizzate senza glutine e all' interno sono rimaste piuttosto morbide. Se volete aumentare la consistenza potete aggiungere del pangrattato, oppure del pane ammollato nel latte vegetale, o ancora amido di mais.
Io le ho cotte in forno ma nulla vi vieta di impanarle e friggerle. Saranno molto gustose anche se più caloriche.
Come accompagnamento ho scelto un riso basmati allo zafferano cotto ad assorbimento.

Ingredienti per 22 polpette:

300 g di patate (meglio se vecchie, quelle da gnocchi per intenderci)
250 g di roveja secca
2 carote
2 pugni di funghi porcini essiccati
1 porro di piccole dimensioni (useremo anche la parte verde)
1 gambo di sedano
1 pezzo di alga kombu essiccata (circa 4 cm)
1 mazzetto di erbe aromatiche fresche (prezzemolo, salvia e rosmarino, timo)
1 cucchiaino di paprika (io ho usato il pimentòn de Murcia)
1/2 bicchiere di vino bianco (va bene uno qualsiasi basta che non sia dolce)
acidulato di umeboshi qb (opzionale)
salsa tamari qb (opzionale, da sostituire eventualmente con sale marino)
olio evo qb
amido di riso qb
sale marino integrale non raffinato qb

Ingredienti per il sugo:

10 pomodori del piennolo (o perini o ramati)
1/2 bottiglia di passata di pomodoro bio
basilico fresco
maggiorana fresca
origano fresco

Procedimento per le polpette:

Mettete a bagno la roveja in una ciotola di vetro capiente con acqua fresca e l' alga kombu dalle 12 alle 24 ore (io l' ho tenuta 24 ore) cambiando l' acqua almeno due volte. Trascorso questo tempo, scolatela e mettetela in pentola a pressione con un nuovo pezzetto di alga kombu. Fate cuocere dal fischio 20 minuti poi trasferitela in una placca con tutta la sua acqua, del sale marino e lasciatela raffreddare. I chicchi dovranno risultare ancora sodi e poco cotti, perché andrete a cuocerli ulteriormente con gli altri ingredienti. 
Mettete a bagno i funghi in acqua tiepida per 20 minuti circa, poi scolateli e strizzateli. 
Tagliate a brunoise sedano carota e porro.
Ungete generosamente di olio evo il fondo di una padella larga e bassa aggiungete le verdure cubettate e fatele soffriggere a fuoco vivace per 1 minuto circa quindi unite i funghi, salate leggermente e incoperchiate abbassando la fiamma al minimo. Le verdure dovranno brasare lentamente. Dopo circa 10 minuti, aggiungete il vino bianco e fate sfumare.
A questo punto potete aggiungere tutta la roveja avendo cura di coprire la preparazione a filo con una parte di acqua di cottura del legume. Condite con la paprika, aggiungete l' acidulato di umeboshi ed il tamari fino a raggiungere la sapidità che vi aggrada. 
Proseguite la cottura per circa 30 minuti quindi trasferite metà del composto in un blender, o mixer o frullatore ad immersione. Frullate fino ad ottenere una crema non troppo liscia quindi rimettetela in padella con la restante roveja. Mescolate bene il tutto e cuocete ancora 5 minuti circa, quindi spegnete il fuoco e fate raffreddare.
Pelate le patate e fatele cuocetele a vapore. Una volta cotte passatele nello schiacciapatate e raccoglietene la purea in un contenitore dove avrete messo anche la roveja. Unite le erbe tritate fini e con un cucchiaio di legno o una spatola di silicone amalgamate il tutto. 
Fate raffreddare il composto a temperatura ambiente poi incorporate tanto amido di riso setacciato quanto basta per aggiustare la consistenza. Riponete il composto in frigorifero a rapprendere ulteriormente (minimo 30 minuti). 
Con un dosatore da gelato ricavate tante palline di composto tutte uguali che metterete su una placca rivestita di carta forno. In alternativa formate le polpette con le mani cercando di farle tutte delle stesse dimensioni.
Fate cuocere le polpette in forno statico a 180° per 15 minuti circa (o comunque fino a quando sono dorate). Sfornatele e fatele raffreddare sulla placca senza toccarle in modo che si rapprendano meglio.

Procedimento per il sugo:

Lavate e tagliate i pomodori a pezzi e metteteli in una pentola dal fondo spesso con una buona dose di olio evo. Portate a cottura a fuoco lento aggiungendo un pizzico di sale. A metà cottura aggiungete la passata di pomodoro. A fine cottura aggiungete tutte le erbe aromatiche.

Componiamo il piatto:

Prendete con delicatezza le polpette e mettetele ad insaporire nel sugo. Lasciatele ad insaporire per qualche ora (meglio fino al giorno dopo). Gustatele a temperatura ambiente.








4 commenti:

  1. che meraviglia le tue ricette, un mix perfetto tra oriente ed occidente!! Wow!!

    RispondiElimina
  2. Viste le grandi doti di questo legume devo trovarlo e provarlo!!!! Bella la tua ricetta

    RispondiElimina
  3. Adoro la roveja, ma non l'ho mai usata per le polpette. Mi sa che devo rimediare... col sugo devono essere strepitose!

    RispondiElimina
  4. Adoro la roveja, ma non l'ho mai usata per le polpette. Mi sa che devo rimediare... col sugo devono essere strepitose!

    RispondiElimina