domenica 5 agosto 2018

Torta salata piantaggine e riccioni


Le erbe selvatiche sono un concentrato di gusto, possiedono diverse proprietà nutrizionali e sono economiche. Ogni volta che mi capita di trovarle, ne faccio grandi scorte.
Per questa torta salata ho usato un mix di piantaggine e riccioni. Come base per la pasta, ho usato un mix di farina 0 e farina di ceci a grana abbastanza grossa che ha conferito un gusto ed un aspetto rustico alla torta.

Ingredienti per la base:

200g di farina di grano tipo 0
50g di farina di ceci rustica
40g di olio di semi di girasole deodorato
acqua ghiacciata qb
1 pizzico di sale marino integrale

Ingredienti per il ripieno:

100g di piantaggine (pesata già cotta e strizzata)
100g di riccioni (pesati già cotti e strizzati)
2 cipollotti
1 carota
5 cucchiai di pinoli (nel mio caso di cedro)
4 cucchiai di olio evo
1 cucchiaio di semi di sesamo
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
sale marino integrale qb
salsa di soia tamari qb
pepe qb

Procedimento per la pasta:

In una terrina mescolate i 2 tipi di farine con 1 pizzico di sale e l'olio aggiungendo poi tanta acqua quanto basta ad ottenere una pasta liscia ed elastica. 

Procedimento per il ripieno:

In una padella larga e bassa preparate un fondo con olio evo, cipollotto e carota tritati, fate soffriggere aggiungendo un goccio d'acqua e poco sale marino. Unite piantaggine e riccioni tritati fini e fate cuocere per qualche minuto. A fine cottura insaporite con tamari a piacere, pepate ed aggiungete il prezzemolo.
Fate raffreddare quindi unite i pinoli ed i semi di sesamo.

Procedimento finale:

Foderate di carta forno una teglia rettangolare, stendetevi la pasta bucherellandola con una forchetta. Riempitela con il ripieno preparato. 
Richiudete la pasta a pacchetto prima dai 2 lati lunghi verso il cento, poi da quelli corti verso il cento (tipo strudel). Bucherellate la superficie, spennellate di olio e acqua e fate cuocere in forno già caldo a 190° per i primi 10 minuti, poi a 160° per altri 5/10 minuti (a seconda del forno) fino a doratura. Fate intiepidire e tagliate a fette non troppo sottili con un coltello seghettato.     






mercoledì 11 luglio 2018

Burger di fagioli Lamon



Da tempo sentivo nominare la varietà di fagioli Lamon, un IGP della Vallata Bellunese, così quando li ho trovati in un negozietto di montagna non me li sono fatti di certo scappare!

martedì 29 maggio 2018

Torta raw di fragole e cioccolato


Fragole e cioccolato... Alzi la mano chi non impazzisce di gioia solo al pensiero di una torta con questi ingredienti!

venerdì 18 maggio 2018

Gnocchi di ortiche con pomodori secchi e cipollotti di Tropea


È stagione di ortiche. Meglio approfittarne ora che sono ancora tenere. Armiamoci quindi di guanti e andiamo per prati a raccogliere.
Le ortiche in cucina possono essere usate nelle zuppe, nei risotti, come ripieno dei ravioli, per delle frittelle, dei pesti per la pasta o semplicemente ripassate in padella come contorno. Io le ho usate per dei gnocchi.

giovedì 3 maggio 2018

Tempeh marinato con funghi shiitake patate novelle allo zafferano e cipollotti brasati al balsamico


Adoro i funghi shiitake sia freschi che secchi e mi piace cucinarli in diversi modi. Sono un ingrediente versatile ed arricchiscono diverse preparazioni. Questa volta li ho usati in un secondo piatto per accompagnare il tempeh in un mix di sapori piacevolmente delicato.

martedì 17 aprile 2018

Torta salata ai carciofi e pesto di aglio orsino


Da sempre sono una fan delle torte salate. Sono veloci da realizzare, comode anche per un pasto fuori casa e oltretutto sono un modo infallibile per fare mangiare la verdura anche a chi non la mangerebbe in forme diverse.

lunedì 5 marzo 2018

Crocchette di riso lenticchie rosse e verdure


Questa ricetta è nata per caso con l'intento di preparare un piatto veloce. Ma il gusto di queste crocchette era talmente buono, che ho deciso di condividere con voi la ricetta.